Prof. Francesco Bruno, Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia
fissa un appuntamento via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano 
tel. 0258323056 / cel. 3441489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
ISPLAD
"La tua pelle. Il tuo biglietto da visita."
Acne polimorfa giovanile: perché si manifesta e come intervenire. 
 
Cos'è l'Acne polimorfa giovanile? 
L’acne polimorfa giovanile è, insieme all'acne comedonica, il tipo di acne più frequente. Colpisce in genere i giovani fra i 15 e i 25 anni. 
 
Il termine polimorfa fa riferimento al fatto che sul viso dei soggetto affetti coesistono comedoni (punti neri chiusi e aperti), papule (elementi infiammati) e pustole (brufoli col puntino bianco o giallo). 
 
Ognuno di questi elementi coincide con una fase dell'evoluzione dell'acne. Il comedone, causato dall'iperfunzionalità delle ghiandole sebacee, richiama germi che moltiplicandosi si infiammano dando origine alla papula. Quando la papula si infetta ulteriormente si forma la pustola. 
 
Quali sono le cause dell'Acne polimorfa giovanile? 
I soggetti affetti da acne polimorfa non presentano una vera alterazione degli ormoni, quanto piuttosto una maggiore sensibilità allo stimolo degli ormoni maschili (androgeni). La produzione di sebo da origine al comedone, una sorta di tappo allo sbocco della ghiandola che impedisce il normale scorrimento del seboverso la superficie della cute.  Non c'è nessuna relazione con alimentazione o trucco.
Acne Inversa
 
Il trattamento per l'acne polimorfa giovanile. 
Assolutamente da evitare l'azione, spesso frequente, della rimozione meccanica del comedone, che lascia macchie e cicatrici (acne escoriata). I trattamenti variano da paziente a paziente ed in base alla fase clinica in atto. È quindi necessario che il dermatologo specialista valuti attentamente l’entità del problema prima di prescrivere la cura adatta.
Acne Inversa o Tetrade Follicolare
 
Le terapie possono andare dall’uso dei prodotti topici esfolianti agli antibiotici peruso locale e per via generale. 
 
Fra gli esfolianti topici il più efficace è l’acido retinoico, ma va utilizzato sempre sotto prescrizione del dermatologo.
*Il materiale presente nel sito è di proprietà del Prof. Francesco Bruno. È autorizzato l'utilizzo solo se espressamente citata la fonte. 
Le informazioni presenti intendono supportare, e non sostituire, la relazione esistente tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento, e in nessun caso e a nessun titolo possono costituire una diagnosi o intendersi sostitutive di una visita medica. 
(Terapie e risultati descritti possono variare da paziente a paziente)
Copyright © 2011 / Prof. Francesco Bruno, all rights reserved. 
Medico chirurgo Specialista in Dermatologia, Venereologia e cura dell'Acne. 
Ordine dei Medici Chirurghi n. 0000006457 - P.Iva 00737920827
MILANO Via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano, Italia
tel. 02 58323056 / cell. 344 1489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
Google Translate 
aegcomunicazione