Prof. Francesco Bruno, Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia
fissa un appuntamento via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano 
tel. 0258323056 / cel. 3441489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
ISPLAD
"La tua pelle. Il tuo biglietto da visita."
Impetigine e mare.
Il Prof. Bruno, Dermatologo a Milano, intervistato su Diagnosi e Terapia di Aprile.

L’impetigine o piodermite è una dermatosi che colpisce prevalentemente, ma non esclusivamente, i bambini. Il termine impetigine deriva dal latino impetere (assalire). Si manifesta con lesioni bollose o microbollose che prediligono il volto e il tronco, ma non ci sono sedi esenti dalla dermatosi. L’eventuale grattamento favorisce la diffusione della lesioni bollose.

Le bolle spesso si rompono e residuano croste, spesso umide con presenza di essudato e pus. In questa fase l’impetigine è contagiosa. Il contagio avviene per contatto diretto o tramite asciugamani o indumenti. Per questo motivo è conveniente medicare le lesioni munendosi di un guanto.

Il periodo nel quale l’impetigine è più frequente è l’estate, poiché i batteri che causano la dermatosi sono presenti nel mare e, meno frequentemente, nelle piscine non perfettamente pulite e disinfettate. I batteri più frequentemente responsabili sono gli stafilococchi e gli streptococchi, ma anche i coli. Questi ultimi hanno origine fecale e purtroppo il mare, spesso inquinato, è ricco di questi batteri.

Per di più una piccola ferita presente sulla pelle rappresenta spesso la “porta d’ingresso” dei germi. Specie nei bambini, i sintomi cutanei sopra descritti si associano a otiti esterne batteriche, a volte estremamente dolorose.

Profilassi

E’ molto complessa. Ma è buona norma praticare una doccia con detergenti a ph acido subito dopo un bagno di mare o in piscina. La regola vale sia per i bambini, sia per gli adulti. Se sono presenti nel corpo ferite e abrasioni, bisogna lavare bene la parte e medicarla con antisettici.

I vestiti o gli indumenti intimi che sono stati a contatto con le lesioni affette da impetigine, vanno isolati  (mai raccolti insieme con indumenti di altri familiari) e lavati con detersivi antisettici specifici.

Terapia

Il bambino affetto da impetigine deve essere isolato dal contatto con altri bambini, poiché le lesioni sono contagiose. La ferita va curata con antibiotici topici (gentamicinia o fusidato di sodio), previo lavaggio con detergenti a ph acido. Nei casi in cui le lesioni sono molto diffuse nel corpo, si deve associare un antibiotico per bocca  come l’amoxicilllina.

Prognosi

L’impetigine guarisce in circa dieci giorni.

<< indietro
*Il materiale presente nel sito è di proprietà del Prof. Francesco Bruno. È autorizzato l'utilizzo solo se espressamente citata la fonte. 
Le informazioni presenti intendono supportare, e non sostituire, la relazione esistente tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento, e in nessun caso e a nessun titolo possono costituire una diagnosi o intendersi sostitutive di una visita medica. 
(Terapie e risultati descritti possono variare da paziente a paziente)
Copyright © 2011 / Prof. Francesco Bruno, all rights reserved. 
Medico chirurgo Specialista in Dermatologia, Venereologia e cura dell'Acne. 
Ordine dei Medici Chirurghi n. 0000006457 - P.Iva 00737920827
MILANO Via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano, Italia
tel. 02 58323056 / cell. 344 1489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
Google Translate 
aegcomunicazione