Prof. Francesco Bruno, Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia
fissa un appuntamento via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano 
tel. 0258323056 / cel. 3441489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
ISPLAD
"La tua pelle. Il tuo biglietto da visita."
Pelle e acne in inverno: ecco cosa fare.
Il freddo aggredisce la cute e provoca secchezza e disidratazione, e l'acne puņ peggiorare. I consigli dell'esperto di OK Francesco Bruno.

L’inverno sembrava non arrivare mai e ci siamo goduti un clima autunnale davvero mite. Ma ora il clima è cambiato, le temperature sono scese e se per proteggere il corpo basta infilare un giaccone più pesante, non è altrettanto facile proteggere la pelle del viso. Che fare? E cosa succede se si soffre di acne? Abbiamo interpellato Francesco Bruno, dermatologo, membro del Mediterranean Acne board.

Negli ultimi giorni la temperatura si è abbassata notevolmente: chi soffre di acne ne trarrà giovamento oppure la situazione potrebbe peggiorare?
La situazione potrebbe peggiorare, e non solo per chi ha l’acne. In generale il freddo non è certo un vantaggio per chi soffre di patologie della pelle. Non dimentichiamo che la pelle rappresenta una barriera, più esattamente è l’organo che ci difende dall’ambiente esterno, ed è per questo che bisogna prendersene cura e avere attenzioni specifiche anche in inverno.

Quali sono le buone abitudini per curare la pelle in inverno?
Consideriamo che chi ha l’acne spesso pratica delle terapie esfolianti, per cui la pelle sicuramente la pelle va idratata e nutrita. Attenzione: idratare e nutrire non è la stessa cosa. Diciamo che è buona norma idratare con creme a base di vitamine E al mattino, mentre alla sera è consigliabile applicare creme più ricche.

Quante persone si stima soffrano di acne?
Pur occupandomi di acne da circa quarant’anni, le confesso che non ci sono dati precisi. Sappiamo che ne soffre circa l’80-90% degli adolescenti e dei giovani. Sicuramente è molto diffusa e insieme all’eczema, è la patologia che il dermatologo vede più frequentemente.

Più in generale, pensando alle persone che non soffrono di acne, quali sono i problemi che il freddo potrebbe creare alla pelle del viso e delle mani?
Per quanto riguarda le mani esiste una dermatite cosiddetta "da freddo", si chiama dermatite o eczema "a frigore". Consideriamo che il freddo è estremamente dannoso per la nostra pelle, e lo è tanto di più per una pelle con acne: provoca una secchezza e una potente disidratazione.

E’ giusto utilizzare creme con fattore protettivo contro i raggi UV anche in inverno?
Sì, perché il sole è sicuramente nemico dell’acne: l’esposizione ai raggi UV provoca un peggioramento della situazione. Per questo, il mio consiglio, soprattutto se si trascorre un weekend o una settimana bianca sulla neve, è di proteggersi utilizzando creme solari specifiche con fattore di protezione alto, di 50+.

Al di là dell’acne, ricordo che è bene difendersi dagli gli effetti nocivi del sole per prevenire le rughe e i tumori della pelle come il melanoma.

Se vuoi leggere l’intervista originale clicca sul seguente link: ok-salute.it >>

<< indietro
*Il materiale presente nel sito è di proprietà del Prof. Francesco Bruno. È autorizzato l'utilizzo solo se espressamente citata la fonte. 
Le informazioni presenti intendono supportare, e non sostituire, la relazione esistente tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento, e in nessun caso e a nessun titolo possono costituire una diagnosi o intendersi sostitutive di una visita medica. 
(Terapie e risultati descritti possono variare da paziente a paziente)
Copyright © 2011 / Prof. Francesco Bruno, all rights reserved. 
Medico chirurgo Specialista in Dermatologia, Venereologia e cura dell'Acne. 
Ordine dei Medici Chirurghi n. 0000006457 - P.Iva 00737920827
MILANO Via Santa Sofia, 18 - 20122 Milano, Italia
tel. 02 58323056 / cell. 344 1489464 
info@francescobrunodermatologo.it 
Google Translate 
aegcomunicazione